barelliGrazie al grido di allarme di Paolo Barelli sono in arrivo altri 67 mln a favore delle associazioni e società sportive che gestiscono piscine nell'ambito di una manovra di sostegno pari a 125 mln complessivi (58 mln per palestre e impianti sportivi) di cui il Dipartimento dello Sport a breve pubblicherà le modalità di assegnazione. Questi fondi si aggiungono ai 47 mln erogati nell'autunno del 2022 e ai 27 mln destinati nella primavera precedente e rappresentano la continuità dell'impegno di Paolo Barelli, artefice anche di questa iniziativa, e del Governo per sostenere la pratica motoria nelle piscine evidentemente condizionata dalle serrate dovute al covid e ai sopravvenuti rincari energetici.


"Lo sport in Italia esiste perché migliaia di associazioni e società sportive sono impegnate ogni giorno per garantire a giovani e anziani l'attività motoria", ha dichiarato il capogruppo alla Camera di Forza Italia, Paolo Barelli, da sempre in prima linea per assicurare la sopravvivenza delle società sportive e la prosecuzione delle attività malgrado le enormi difficoltà sopraggiunte negli ultimi tre anni. "I nostri campioni azzurri, fiore all'occhiello del Paese, esistono perché le associazioni e le società sportive li hanno avviati, formarti, allenati e guidati al successo - prosegue nella nota lanciata da molteplici agenzie di stampa - Il forte incremento dei costi di gestione degli impianti sportivi, in particolare quelli più energivori come le piscine, hanno messo in grave crisi l'intero sistema sportivo italiano. Ma ho piacere affermare che il mio grido di allarme è stato recepito e il Governo si è dimostrato nei fatti sensibile a sostenere queste indispensabili meravigliose entità senza fine di lucro, cadute in una difficoltà così grave da mettere a rischio la loro esistenza, dapprima a causa della pandemia e poi per il drammatico aumento dei costi dell'energia". "Ringrazio, per la sensibilità dimostrata, il ministro Abodi e il ministro Giorgetti con i quali condivido il senso di gratitudine per il servizio che le associazioni e le società sportive garantiscono ai nostri cittadini", conclude la nota emessa .

Foto DBM
L'uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit.

(ANSA) BARELLI, piscine e impianti sportivi, in arrivo contributi. Prevista l'assegnazione di 125 milioni anti crisi
ROMA, 12 MAG - "Lo sport in Italia esiste perché migliaia di associazioni e società sportive sono impegnate ogni giorno per garantire a giovani e anziani l'attività motoria. I nostri campioni azzurri, fiore all'occhiello del paese, esistono perché le associazioni e le società sportive li hanno avviati, formarti, allenati e guidati al successo. Il forte incremento dei costi di gestione degli impianti sportivi, in particolare quelli più energivori come le piscine, hanno messo in grave crisi l'intero sistema sportivo italiano. Ma ho piacere di affermare che il mio grido di allarme è stato recepito e il governo si è dimostrato nei fatti sensibile a sostenere queste indispensabili meravigliose entità senza fine di lucro, cadute in una difficoltà così grave da mettere a rischio la loro esistenza, dapprima a causa della pandemia e poi per il drammatico aumento dei costi dell'energia". E' quanto dichiara in una nota il presidente dei deputati di Forza Italia, Paolo 
BARELLI. "Per questo motivo, il Dipartimento dello Sport, a breve, pubblicherà le modalità per l'assegnazione di 125 milioni di contributi, di cui 67 milioni per le piscine, a favore delle associazioni e società sportive che gestiscono impianti, per dare supporto agli ingenti oneri. Ringrazio, per la sensibilità dimostrata, il ministro Abodi e il ministro Giorgetti con i quali condivido il senso di gratitudine per il servizio che le associazioni e le società sportive garantiscono ai nostri cittadini".