E’ una Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone concentratissima sulla gara di ritorno della semifinale play off promozione in A2.

La squadra pitagorica dopo il successo ottenuto per 5-2 in trasferta contro lo Zeronove, con una tattica accorta ed una cinica lucidità nel “far male” agli avversari ha dimostrato di essere in piena forma per raggiungere l’obbiettivo prefissato. Nella partita di ritorno in programma Sabato 16 Giugno(ore 18,30), la Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone dovrà ripetersi e giocare ancora una volta un impressionante incontro fatto di cuore, grinta, tecnica e velocità. Il successo esterno ha messo in mostra la personalità della formazione crotonese, la capacità di gestire l’incontro da squadra di rango, impermeabile al tifo da stadio della vasca romana ed alla inevitabile pressione emotiva che la delicatezza del match portava nei ragazzi pitagorici. Ma della squadra romana non c’è da fidarsi come sottolinea il tecnico crotonese. “Non illudiamoci però che aver vinto a Roma - osserva mister Arcuri -  possa comportare il passaggio del turno. I nostri avversari nel match di ritorno a Crotone, vorranno  giocarsi tutte le loro carte. Ci saranno degli aggiustamenti tattici in funzione di quello che si è visto Sabato scorso. Ancora una volta dovremo tenere forte in difesa e cercare di essere cinici, magari con qualche ripartenza in più. I romani sono molto forti con gli attaccanti centrali, i centroboa ed hanno tre o quattro ottimi tiratori. Non abbiamo superato il turno e quindi bisogna assolutamente rimanere concentrati. So che la società sta preparando un grande evento per Sabato e questo potrebbe distrarre i miei non abituati a pressioni di questo tipo, per cui ci sarà da lavorare anche sulla concentrazione e sull’approccio alla partita. Speriamo di avere tante persone in piscina. Questo sarebbe bello. Ma allo stesso tempo non deve distrarci dal nostro obiettivo. Sarebbe un autogol pazzesco, per tutto quanto fatto finora”.