Prezioso successo della formazione allenata da Marco Capanna che si impone per 6-3 a Messina.

Waterpolo Messina – Città di Cosenza 3-6 (1-2, 1-2, 0-2, 1-0)

Waterpolo Messina: Sotireli, De Vincentiis, Bonanno, Amedeo, Brown, Radicchi, D’Amico 3, Misiti, Marchetti, Belorio, Majolino, Atigue, Celona. All. Begin

Città di Cosenza: Gorlero, Citino 1, Gallo, De Mari, Motta 1, Nistico’, Kuzina, Nicolai 2, Di Claudio, Presta, Motta 2, Traversi, Sena. All. Capanna

Arbitri: Piano e Taccini

NOTE: Spettatori 50 circa. Superiorità numeriche: Messina 2/9, Cosenza 3/7. Uscite per limite di falli S. Motta e Nicolai (C) nel quarto tempo.

 Colpo esterno del Città di Cosenza che così oltre ad incrementare la classifica e, “vendica” la sconfitta interna dell’andata. Un crescendo il successo della formazione allenata da Marco Capanna, anche se la gara è stata equilibrata con le messinesi sempre in partita. Il Città di Cosenza ha mostrato una ottima  fase difensiva. Successo meritato con i complimenti del tecnico del Città di Cosenza alla propria squadra.  “Abbiamo fatto un’ottima gara - ha sottolineato Marco Capanna - e tutte sono state determinanti. Oggi il match era decisivo in chiave salvezza e abbiamo gestito la pressione. Ho visto buone prove da Roberta Motta, Nicolai, De Mari, ma fare nomi sarebbe riduttivo perché a Messina ho visto un lavoro di squadra concreto con un atteggiamento propositivo. Ne sono pienamente orgoglioso ma ora voglio solo vittorie da qui al temine. Non dimentico ciò che è accaduto dopo la gara di Firenze e voglio un successo, perché se è vero che ci siamo salvati in anticipo in questa stagione, mi preme anche dire che non solo meritiamo la serie A, ma che la permanenza non dovrà mai e poi mai essere l’unico nostro pensiero. Godiamoci i successi, cerchiamoli con la voglia di giocare a questo splendido sport e poi tireremo le somme a fine anno”.