Prima vittoria e soprattutto primi punti in campionato per il Città di Cosenza.

La formazione cosentina al termine di una partita equilibratissima e a tratti emozionante è riuscita a prevalere davanti al pubblico di casa per 6-5 sul N.C. Milano. C’è da dire che nonostante l’equilibrio il successo di Citino e compagne è stato meritato, non fosse altro per avere tenuto il pallino del gioco sempre in mano ed essere state sempre in vantaggio, tranne in una occasione quando il N.C. Milano si è portato in parita sul 4-4. Una vittoria, frutto della caparbietà e della determinazione, passata soprattutto per le prodezze realizzative di Roberta Motta, Kuzina e De Cuia tutte e tre a segno con una doppietta e alcuni interventi decisivi della “nazionale” Gorlero, brava ad ipnotizzare le avversarie a tu per tu. Soddisfatto a fine gara il tecnico del Città di Cosenza. "Io ho una idea di gioco – osserva Marco Capanna - ed è normale premiare chi la sposa mostrando sacrificio, tenacia e voglia di vincere. Oggi ho visto una squadra compatta, brava nella gestione e sempre in partita. Nei momenti delicati le ragazze hanno tirato fuori gli artigli, mostrando qualità nella fase difensiva e rimediando al blackout del terzo tempo. Possiamo migliorare molto quando attacchiamo la porta e in altre situazioni di gioco, ma le percentuali rispetto all'inizio del campionato sono migliorate e quando questo accade le vittorie arrivano".

Città di Cosenza - Nuoto Club Milano 6-5 (2-0, 2-2, 1-2, 1-1)

Città di Cosenza: Gorlero, Citino, Greco, De Mari, Motta S., De Cuia 2, Kuzina 2, Nicolai, Di Claudio, Presta, Motta R. 2, Nisticò, Sena. All. Capanna.

N.C. Milano: Nigro, Apilongo 1, Crudele, Gitto 1, Ranalli 1, Fisco 1, Menczinger 1, Zerbone, Cordaro, Crevier, Magni, Repetto, Rosanna. All. Diblasio.

Arbitri: Luca Castagnola di Recco e Arnaldo Petronilli di Roma

Superiorità numeriche: Città di Cosenza 0/5 N.C. Milano 1/7

Note: Nessuna giocatrice uscita per limite falli. Spettatori 250 circa.