Quattro giorni intensi di sport hanno caratterizzato la sesta edizione del "Trofeo CONI Kinder + Sport 2019",

la manifestazione multi - sportiva più importante in Italia dedicata agli under 14, ospitata quest'anno a Crotone, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Catanzaro e Palmi. Un evento che ha coinvolto tutte le Federazioni Sportive ed Enti di Promozione Sportiva, che ha visto la presenza alla cerimonia di apertura del Presidente Nazionale del CONI, Giovanni Malagò e che ha portato alla ribalta nazionale la Calabria nella sua veste migliore, quella della organizzazione, accoglienza, ospitalità, valori insiti nella cultura di una regione dal cuore grande. La manifestazione che ha saputo coniugare sport, confronto e socializzazione ha visto la partecipazione di circa 4000 atleti, in rappresentanza di 21 Regioni e Province Autonome e delle delegazioni di Canada e Svizzera, che hanno dato anche un tocco di internazionalità. I giovani under 14 si sono misurati in tutte le discipline sportive e al termine delle gare sul gradino più alto del podio è salito il Veneto che ha preceduto la Sicilia e il Lazio, per la Calabria un lusinghiero dodicesimo posto. A premiare i vincitori sono stati il presidente del CONI Calabrese, Maurizio Condipodero, sapiente organizzatore della prestigiosa manifestazione in sinergia con Kinder+Sport, presente in Calabria con Massimo Castiglia e in collaborazione con il CONI Nazionale, rappresentato da Sergio d’Antoni, membro di Giunta Nazionale e Presidente del CONI Sicilia. La soddisfazione per la buona riuscita della kermesse sportiva nelle parole del vice presidente vicario del CONI Calabrese e Presidente della FIN Calabria, Alfredo Porcaro. "Una quattro giorni intensa, importante e prestigiosa per la Calabria, per la quale bisogna rivolgere un elogio - ha sottolineato Alfredo Porcaro - al Presidente Maurizio Condipodero per l'impegno profuso, ai colleghi della Giunta, a tutti i delegati provinciali, ai componenti dello staff tecnico del Coni Calabria,alle varie Federazioni Nazionali e agli Enti Sportivi per la massiccia partecipazione. Ciò che mi ha particolarmente impressionato sono stati i sorrisi dei ragazzi che hanno dato vita all'evento e le belle parole spese dai genitori nei confronti della Calabria, apprezzata per le sue bellezze naturali e paesaggistiche, l'ospitalità, la cordialità e il suo grande cuore. Una regione diversa da quella che spesso viene descritta e questo dimostra che come CONI Calabria, col Presidente Maurizio Condipodero in testa, abbiamo lavorato alacremente e i risultati sono stati sotto gli occhi di tutti, registrando un successo andato al di là di ogni più rosea aspettativa e proiettando la nostra terra alla ribalta nazionale. Di questo dobbiamo essere tutti fieri e orgogliosi".