barelli 24 3 2020"Durante la conversione in legge del decreto Cura Italia è stato approvato il mio ordine del giorno sottoscritto anche dal collega Marin (ex schermidore olimpionico, ndr) che permetterà alle società sportive e ai gestori degli impianti sportivi di erogare voucher a favore degli utenti per recuperare nella prossima stagione eventi e attività non usufruiti per la chiusura degli impianti a causa del Covid-19". Lo comunica direttamente l'onorevole Paolo Barelli, presidente della Federnuoto. "In questo modo vengono tutelati gli utenti, le società sportive e i gestori di impianti e degli eventi sportivi evitando contenziosi che non aiuterebbero la già difficile ripresa dello sport", conclude Barelli.

Leggi tutto...

pb 18 04 2020Duecento milioni di euro per salvare le società sportive, vero motore dello sport italiano. Il presidente della Federazione italiana nuoto Paolo Barelli lancia una richiesta precisa al Governo in un momento complicato per il Paese e anche per il mondo dello sport, alle prese con le gravi difficoltà finanziarie provocate dallo stop obbligato dell'attività per la pandemia Covid-19. "Serve un'iniezione immediata di liquidita', 200 milioni a fondo perduto per sostenere le società, senza le quali lo sport in Italia non si fa e possiamo chiudere tutto, dalle federazioni al Coni stesso - ha osservato Barelli all'Italpress - Tutti gli italiani gioiscono quando vedono sventolare una bandiera tricolore, si gasano quando sentono il nostro inno nazionale, ma tutti i nostri campioni nascono all'interno delle società. Perché lo sport in Italia non si fa nelle scuole né all'università dato che mancano le strutture e il metodo. E i comuni non hanno i soldi per garantire l'attività motoria. Per questo le società sono fondamentali e ora hanno bisogno di aiuto".

Leggi tutto...

nuoto dunque sonoGrande attenzione è stata posta in questi ultimi mesi al cosa fare durante questo periodo di fermo forzato e quali dovrebbero essere le linee guida per poter uscire da questo impass internazionale. La ricetta giusta non esiste, almeno per adesso, il Comitato sta lavorando fortemente per cercare delle soluzioni. Abbiamo riordinato le idee focalizzandoci sui 4 pilastri del mondo del nuoto, ATLETI, GENITORI, ALLENATORI e DIRIGENTI.

Leggi tutto...

Abbiamo voluto raccogliere alcune dichiarazioni fatte dai membri di comitato frutto di riflessioni fatte in questi giorni di quarantena, condividetene con noi qualcuno.

 

In un momento così drammatico per il mondo intero, la speranza è quella di uscirne più presto possibile. Creeremo nuove abitudini e comportamenti,
consapevoli di avere imparato qualcosa in più.
(Presidente FIN Calabria - Alfredo Porcaro)

Leggi tutto...

nastro neroLa Fin Calabria tutta, sentitamente addolorata, si stringe intorno alla famiglia Rajani per la perdita del Dott. Vincenzo. In questo momento di grande difficoltà lascia la moglie Nadia e i figli Giacomo, Andrea e Elena atleti della Kroton Nuoto.

logo fin sito federaleUna profonda crisi sta investendo tutti i comparti dell'economia nazionale: gli operatori dello sport, e in particolar modo le associazioni e società sportive dilettantistiche (ASD e SSD), ne sono ugualmente e drammaticamente vittime.

Urge un indifferibile approfondimento, con tutte le autorità competenti in materia, onde evitare la paralisi dell'operatività dell'impiantistica; l'adozione di una serie di provvedimenti che siano funzionali allo sviluppo e alla pratica delle attività sportive a beneficio della salute pubblica dei cittadini e degli atleti agonisti, spesso testimonial nel mondo dell'eccellenza italiana.

A causa della pandemia COVID-19 moltissimi operatori sportivi rischiano il default e l'inevitabile chiusura, minando alla radice la virtuosa attività che unisce circa 64.000 società, le quali tra molteplici difficoltà garantiscono il funzionamento degli oltre 150.000 impianti sportivi sul territorio nazionale, pubblici e privati, senza scopo di lucro o con scarsa marginalità.

Il movimento della Federazione Italiana Nuoto, che raccoglie oltre 5.500.000 di praticanti, è in profonda sofferenza, colpito duramente nel suo cuore costituito dalle quasi 1.500 società che gestiscono 775 scuole nuoto federali per 1.500.000 di iscritti e 300.000 tesserati al settore agonistico.

Leggi tutto...